Cos’è l’insonnia?

Home | Blog | Cos’è l’insonnia?

18 Gennaio 2019 - Ansia, Crescita personale, Paura, Psicologia

Cos’è l’insonnia?

Dormire o non dormire, questo il problema. A tutti capita nella vita, prima o poi, di non riuscire a prendere sonno, di rigirarsi nel letto pensando ai propri problemi o alle sfide da affrontare, ma per qualcuno è un vero e proprio problema.

Contrariamente a quello che si possa pensare, si tratta di un disturbo molto diffuso, che interessa circa una persona su tre della popolazione adulta (e circa il 50% degli over 50!). L’insonnia si definisce ‘primaria’ quando si presenta come forma indipendente e autonoma per eziologia e sviluppo, mentre è detta ‘secondaria’ se è conseguenza di un’altra condizione medica o psichiatrica.  L’insonnia, se vogliamo usare una terminologia scientifica, è un disturbo del sonno, caratterizzato dalla difficoltà ad iniziare o a mantenere il sonno e le cause possono essere di diversa natura:

– Fattori ambientali: i più frequenti riguardano il rumore proveniente dall’ambiente (per esempio, il traffico o il russare), le temperature non adeguate (eccessivamente calde o fredde) o un letto scomodo;

– Fattori fisici: particolari malattie o dolore fisico, menopausa, iper attività della tiroide;

– Assunzione di farmaci;

– Fattori psichici ed emotivi: stati ansiosi o stati depressivi, stress.

Ma quello che può sembrare incredibile è che ciò che alimenta sempre di più l’insonnia sono i pensieri secondari rispetto al fatto che non dormiamo: “E se nemmeno stasera riuscissi a dormire?”

Sono proprio questi pensieri a determinare un bias attentivo, ovvero quel processo cognitivo che ci porta a considerare e controllare tutti gli stimoli, tale per cui tutta l’attenzione si focalizza sul riuscire o meno a dormire. Chi ne soffre si “sforza” di dormire con il risultato paradossale di rimanere sveglio.

Le terapie brevi, sono molto incisive sulla risoluzione dell’insonnia, oltre che a garantire una buona igiene del sonno.

Si tratta di un percorso psicologico di rapida risoluzione che, unito alla meditazione, o meglio alla Mindfulness, una forma di meditazione e di consapevolezza la cui efficacia su diversi disturbi è ormai dimostrata scientificamente, risolve il problema alla radice.

È importante cucire addosso ad ognuno la propria combinazione terapeutica per avere i risultati migliori, e far sì che la mancanza di sonno sia solo un brutto ricordo.

CORSO GRATUITO DI CRESCITA

Iscriviti e ricevi ogni lunedì, per 8 settimane, una lezione di crescita personale direttamente nella tua casella di posta.


Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.