John Gray ci racconta la vita su Venere

Home | Blog | John Gray ci racconta la vita su Venere

5 Marzo 2019 - Coppia, Crescita personale, Libri, Psicologia

“Le venusiane hanno valori diversi. Per loro sono importanti soprattutto l’amore, la comunicazione, la bellezza e i rapporti interpersonali. Dedicano molto tempo ad aiutarsi e vezzeggiarsi l’una l’altra. Il loro senso del sé si definisce attraverso i sentimenti e le qualità dei rapporti interpersonali. Si sentono realizzate tramite la partecipazione e la relazione.

Su Venere tutto riflette questi valori. Più che di costruire autostrade e grattacieli, alle venusiane interessa vivere in armonia e in reciproca cooperazione. Le relazioni sono più importanti del lavoro e della tecnologia. Per molti versi il loro mondo è del tutto opposto a quello di Marte.

Non portano uniformi come i marziani (che aspirano a rivelare sempre la propria competenza). Al contrario, amano cambiare vestiti ogni giorno, a seconda dei sentimenti che provano. Per loro, l’espressione di sé e soprattutto quella dei propri sentimenti è d’importanza capitale. Se sono di umore mutevole, arrivano a cambiare abito anche parecchie volte al giorno.

La comunicazione è di importanza primaria. Rendere gli altri partecipi dei propri sentimenti è ben più significativo che conseguire obiettivi e successi.

In sostanza, più che gli obiettivi le donne privilegiano le relazioni; a loro interessa soprattutto esprimere le proprie bontà, il proprio amore e la propria sollecitudine. Due marziani vanno a colazione insieme per discutere un progetto o una questione di lavoro; hanno un problema da risolvere. Inoltre, per loro il ristorante costituisce un approccio efficace al cibo: li dispensa dal fare la spesa, dal cucinare o dal lavare i piatti. Per le venusiane, una colazione è un’opportunità per approfondire un rapporto, per dare e ricevere sostegno e aiuto. Le conversazioni che le donne avviano in un ristornante possono essere molto aperte e intime, quasi come il dialogo che si instaura fra terapeuta e paziente.

Su Venere tutte studiano psicologia e sono ottime ascoltatrici. Le venusiane sono molto interessante alla crescita personale, alla spiritualità e a tutto quello che comporta il crescere e il migliorare. Venere è coperta di parchi, di centri commerciali, di giardini e di ristoranti.

Le venusiane sono molto intuitive, una qualità che hanno sviluppato nel corso dei secoli nello sforzo costante di anticipare i bisogno degli altri. Dimostrare attenzione alle necessità e ai sentimenti altrui è per loro motivo d’orgoglio. È segno di grande amore offrire aiuto e assistenza non richiesti a un’altra venusiana.

Poiché dimostrare la propria capacità non è così importante per una venusiana, non c’è nulla di offensivo nell’offrire aiuto e l’averne bisogno non è segno di debolezza. Un uomo, invece, può sentirsi offeso quando una donna gli offre il suo consiglio, perché lo ritiene una dimostrazione di sfiducia nelle proprie capacità.

A una donna riesce impossibile penetrare questa sensibilità tipicamente maschile. Lei vive positivamente le proposte di aiuto che le giungono dall’esterno; la fanno sentire amata e protetta. Ma ad offrire assistenza a un uomo si rischia di farlo sentire incompetente, debole, addirittura menomato.

Su Venere offrire consigli e suggerimenti è un segno di interesse. Le venusiane sono fermamente convinte che una cosa che funziona può funzionare ancora meglio. È nella loro natura aspirare a un costante miglioramento. Quando si interessano a qualcuno, non esitano a fargli notare in che modo può migliorarsi o a suggerirgli i modi per riuscirci. L’offerta di consigli e di critiche costruttive è per loro un atto d’amore.

Ma su Marte le cose vanno diversamente. I marziani sono maggiormente orientati verso la soluzione. Se qualcosa funziona, perché cambiarla? Il loro istinto è di non interferire. “Non riparare ciò che è rotto”, dicono spesso.

Per questo gli sforzi che una donna fa per migliorare il compagno sono da lui percepiti come un tentativo di aggiustarlo. “Non funzioni” è il messaggio che riceve. Dal canto suo, la donna non capisce che i suoi tentativi possono umiliarlo. È erroneamente persuasa di stare aiutandolo a crescere.”

Brano tratto da Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere di John Gray.

CORSO GRATUITO DI CRESCITA

Iscriviti e ricevi ogni lunedì, per 8 settimane, una lezione di crescita personale direttamente nella tua casella di posta.


Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.